MONI OVADIA

PARADISO CON DANTE E BEATRICE

  • 13 Ottobre 2021 - 20.30 Teatro Comunale -

OPZIONE D’ACQUISTO
Da martedì 28 settembre a venerdì 8 ottobre, i possessori di abbonamento alla stagione di Prosa 19/20 possono acquistare i biglietti della stagione con una particolare riduzione a loro dedicata. L’acquisto può essere effettuato direttamente in Biglietteria oppure tramite prenotazione telefonica o via e-mail. Non è possibile l’acquisto on line.

VENDITA BIGLIETTI
Da sabato 9 ottobre vendita singoli biglietti. L’acquisto può essere effettuato direttamente in Biglietteria oppure tramite prenotazione telefonica o via e-mail e on line sul sito del Teatro e su www.vivaticket.it

Le repliche de “Il Teatro fa Scuola” sono rivolte agli studenti delle scuole superiori; per il restante pubblico è possibile accedervi solo ed esclusivamente tre giorni prima dello spettacolo a fronte di disponibilità di posti.
Gli insegnanti accompagnatori di gruppi classe usufruiscono della formula cortesy ticket (€ 3,00)

INGRESSO

INTERO

SENIOR

UNDER 30

ABBONATI 2019/2020 – GRUPPI

Platea

€ 32,00

€ 26,00

€ 19,00

€ 24,00

Palchi centrali 1^ fila

€ 31,00

€ 25,00

€ 18,50

€ 23,50

Palchi centrali 2^ fila

€ 22,00

€ 18,00

€ 13,00

€ 16,50

Palchi laterali 1^ fila

€ 25,00

€ 21,00

€ 15,00

€ 19,00

Palchi laterali 2^ fila

€ 18,00

€ 14,00

€ 11,00

€ 13,50

Galleria 4° ord. 1^ fila

€ 19,00

€ 15,00

€ 11,50

€ 14,00

Galleria 4° ord. 2^ fila

€ 13,00

€ 11,00

€ 8,00

€ 10,00

Loggione 1^ fila

€ 10,00

Loggione 2^ fila

€ 8,00

testi di

Federico Sanguineti

ideazione e regia

Moni Ovadia

voci recitanti

Sara Alzetta e Moni Ovadia

violoncello

Giovanna Famulari

produzione Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

PRIMA ITALIANA

“Nel mondo di oggi, ormai completamente dominato dal modo di produzione capitalistico i cui albori risalgono ai tempi di Dante, dove – come informa Anne Dickinson – le donne detengono meno dell’1% della proprietà privata del pianeta, Dante è nostro contemporaneo; migrante «portato a diversi porti e foci e liti dal vento secco che vapora la dolorosa povertade», canta non le armi e l’eroe («Arma virumque cano…»), ma il Paradiso e la donna. Il Paradiso è la terra promessa: Dante ritrova qui la donna amata e vive il suo «Cantico dei cantici». È Beatrice che adesso dice a Dante: «e sarai meco sanza fine cive», cioè sarai eterno cittadino di un mondo senza proprietà borghese”

Federico Sanguineti

Lo spettacolo Paradiso con Dante e Beatrice del 13 ottobre parte da un suggerimento volto a Moni Ovadia dal filologo dantista Federico Sanguineti: quello di parlare di Dante non in maniera dotta o intellettuale e di volgere lo sguardo a qualcosa d’inedito; non all’Inferno, ma al meno frequentato Paradiso e in particolare a Beatrice, una delle figure femminili più celebri della letteratura e poesia mondiali, la donna che prende il posto di Virgilio e guida Dante verso la Verità e la Luce. Paradiso con Dante e Beatrice offre una lettura di Dante alla luce di dieci studiose: Hannah Arendt, Enrichetta Buchli, Adriana Cavarero, Teresa De Lauretis, Joan Ferrante, Carol Gilligan, Luce Irigaray, Maria Caterina Jacobelli, Joyce Lussu e Paule Salomon.

 

Vendita biglietti da sabato 9 ottobre, in biglietteria e on line

 

Sostieni il Teatro