COLLETTIVO ISTANTANEA

LE CITTÀ INVISIBILI

illustrazione realizzata da Paolo Bevilacqua
  • 19 Aprile 2024 - 20:30 Teatro Comunale -

Biglietti in vendita, in biglietteria, online sul sito del Teatro e su Vivaticket

INFO ABBONAMENTI

INFO BIGLIETTI

 

PREZZI BIGLIETTI

INGRESSO INTERO RIDOTTO
Gradinata sul palco 15,00 € 12,00 €
di

Italo Calvino

Collettivo Istantanea

flauto, flauto basso Alessandro Lo Giudice
clarinetto, clarinetto basso Daniele D’Alessandro
violino Alma Napolitano
viola Pietro Fabris
violoncello Enrico Mignani
pianoforte Denis Zardi
elettronica Francesco Bigoni

 

direttore

Tommaso Ussardi

musiche di

Piero Bittolo Bon, Gioia Gurioli, Alfonso Santimone, Francesco Bigoni, Dimitri Sillato, Livia Malossi, Denis Zardi

scenografie e coreografie

Istantanea

produzione Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

Prima della Prima

giovedì 11 aprile, ore 17.30 – Ridotto del Teatro

Conferenza di introduzione all’opera
con il Collettivo Istantanea
modera Piero Di Domenico – giornalista e docente Dams, Università di Bologna

INGRESSO LIBERO 

L’attività è realizzata grazie al contributo concesso alla Biblioteca della Fondazione Teatro Comunale dalla
Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura

In occasione delle celebrazioni per il 100° anno dalla nascita di Italo Calvino, nel 2023, Istantanea coglie l’opportunità di confrontarsi con un autore che fu spericolato sperimentatore di linguaggi e generi; nella prosa di Calvino, alla lucidità della descrizione analitica, fanno da costante contrappunto il lirismo e l’ironia, sostanziati da una riflessione profonda e disingannata sul senso ultimo dell’esistenza umana: “le città invisibili sono un sogno che nasce dal cuore delle città invivibili.” In un lavoro che cattura in uno sguardo diverse forme artistiche, le musiche originali, composte ed eseguite dai membri di Istantanea, si intrecciano a coreografie e scenografie visionarie dando vita ad una molteplicità di luoghi, visibili e invisibili, scanditi dalla dialettica tra il mondo del reale e quello dell’ideale.