ALDO CAZZULLO, MONI OVADIA

IL DUCE DELINQUENTE

SETTIMANA DELLE MEMORIE

  • 10 February 2023 - 20.30 Teatro Comunale -

La maggioranza degli italiani pensa che Mussolini fino al 1938 le abbia azzeccate quasi tutte, fino all’errore dell’alleanza con Hitler, delle leggi razziali, della guerra. Aldo Cazzullo e Moni Ovadia dimostrano che non è così. Prima del 1938, Mussolini aveva provocato la morte di Gobetti, Gramsci, Matteotti, Amendola, dei fratelli Rosselli e di don Minzoni. Aveva fatto morire in manicomio il proprio figlio, e la donna che aveva amato. Aveva preso e mantenuto il potere nel sangue, perseguitando oppositori e omosessuali, imponendo un clima plumbeo e conformista. Aveva chiuso i libici in campo di concentramento, gasato gli abissini, bombardato gli spagnoli. Si era dimostrato un uomo narcisista e cattivo. La guerra non è un impazzimento, è lo sbocco naturale del fascismo. Aver mandato i soldati italiani a morire senza equipaggiamento in Russia, nel deserto, in Albania è stato un altro crimine, contro il suo stesso popolo. E ancora devono arrivare gli orrori della guerra civile e del neofascismo, delle bombe sui treni, nelle banche, in piazza.

 

PREZZO BIGLIETTI

INGRESSO
Platea 25,00 €
Palco centrale I^ fila 25,00 €
Palco centrale II^ fila 25,00 €
Palco laterale I^ fila 20,00 €
Palco laterale II^ fila 15,00 €
Galleria 4° ordine I^fila 18,00 €
Galleria 4° ordine II^fila 13,00 €
Loggione I^fila 10,00 €
Loggione II^fila,
Ingresso loggione
8,00 €

 

 

 

voce narrante

Aldo Cazzullo

canto e letture

Moni Ovadia

pianoforte, violoncello e canto

Giovanna Famulari

Il duce delinquente è una storia a due voci: Aldo Cazzullo racconta, Moni Ovadia legge i testi di Mussolini e delle sue vittime. Con musiche e canzoni dell’epoca.

 

Biglietti in vendita da giovedì 22 settembre

 

 

Sostieni il Teatro