Concerto Straordinario

European Union Youth Orchestra

  • 30 Marzo 2018 - 20:30 Teatro Comunale -

La Euyo, diretta da Vassily Petrenko, composta da 160 musicisti provenienti dai 28 Paesi dell’Unione Europea ha formato nel suo quarantennio di attività oltre 3mila allievi, molti dei quali sono ora direttori, solisti, strumentisti e insegnanti nelle maggiori orchestre del mondo. La Euyo ha lavorato con tanti dei maggiori musicisti internazionali, come Stanislav Rostropovich, Leonard Bernstein, Daniel Barenbnoim, Colin Davis, Herbert von Karajan e ha avuto tra i suoi direttori il fondatore Claudio Abbado e Valdimir Ashkenazy. L’orchestra si è esibita in oltre quattrocento teatri in quattro continenti, tra i quali si annoverano alcune delle sale da concerto più celebri come la Carnegie Hall di New York, la Royal Albert House di Londra, il Musikverein di Vienna e la Boston Simphony Hall. Il calendario vede la Euyo impegnata nei prossimi mesi in una serie di concerti tra la Spagna e l’Europa centro-settentrionale.

  • I biglietti per il concerto sono in vendita in prelazione con una riduzione del 50% sul prezzo intero per gli abbonati di Ferrara Musica e della Stagione Lirica da martedì 28 novembre
  • Per il resto del pubblico la vendita prenderà il via martedì 12 dicembre
Prezzi intero ridotto giovani  giovanissimi 
Platea 49,00 42,00 24,50 9,00
Palchi centrali 1^ fila 44,00 38,00 22,00 9,00
Palchi centrali 2^ fila 38,00 33,00 19,00 9,00
Palchi laterali 1^ fila 38,00 33,00 19,00 9,00
Palchi laterali 2^ fila 35,00 30,00 17,50 9,00
Galleria e posti 4° ord. 1^ fila 29,00 25,00 14,50 9,00
Galleria e posti 4° ord. 2^ fila 25,00 22,00 12,50 9,00
Loggione 1^ fila 21,00 19,00 9,00
Loggione 2^ fila 18,00 9,00
Ingresso loggione 14,00 9,00
direttore

Vasily Petrenko

pianoforte

Till Fellner

Johann Strauss
Valzer “Voci di primavera” op. 410

Wolfgang Amadeus Mozart
Concerto per pianoforte e orchestra n.27 in si bemolle maggiore K. 595

Johannes Brahms
Sinfonia n.2 in re maggiore op. 73

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn